Pad Thai con germogli di niente

SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION!

“Come quella volta che volevo fare il Pad Thai e non c’erano i germogli di niente”

Tra le altre cose che ho scoperto st’estate, ho anche scoperto che odio l’estate. Lo sapevo già, ma quest’anno è stato l’anno definitivo. Il caldo mi ammazza, la sabbia è dovunque, la gente in spiaggia è fastidiosa, i vestiti estivi sono banali e quanto sudi, quanto sudi sempre. Si sta bene sono in quel (brevissimo) lasso di tempo che va dalle 3 alle 7 della mattina, che vola, sfugge, poi è subito giorno. Poi oggi, per celebrare questo disagio e tornare a scrivere il blog ho deciso di mettere Country Roads (John Denver) in repeat finché non finisco questa attività. E siccome sono facilmente distraibile, mi ci sta volendo veramente tanto e ho già sentito Country Roads una cosa come centordici volte. Vi consiglio vivamente di metterla su mentre leggete, solo così avrete un’idea di come ci si sente a voler fare il Pad Thai e non trovare i germogli di soia (essenziali) da nessuna parte, e doverli sostituire con la verza (che YES è anche fuori stagione).

Era un po’ che non postavo niente. Prima sono stata via, poi sono stata male, poi ha fatto caldo e non ero ispirata. Lo siento mucho.

Ah poi c’è stato anche il terremoto qualche giorno fa e io ho reagito come i due vecchietti sul Titanic che si sono rannicchiati insieme nel letto e hanno aspettato che l’acqua li sommergesse. Tranne che non ero sul Titanic, non avevo una persona di fianco ma un cane (che cercava di liberarsi dal mio abbraccio, forse perché ha più istinto di sopravvivenza di me), e che alla fine qua non è successo niente (da altre parti sì e anche molto, proprio molto, ma io ero qua).

Pad Thai 1

Il buon vecchio Pad Thai.

Classicone della cucina tailandese, perché coi classiconi non sbagli mai.

E come dicevo, non c’erano i germogli di soia, non c’erano i germogli di niente, non germoglia più niente. Quindi ho preso la verza, perché la verza c’è anche quando non germoglia più niente (e anche perché rimane croccante e non ha un sapore particolarmente rilevante).

Senza pestello rotto non si può fare.

Scherzo, si può fare anche se non hai il pestello rotto.

150 g noodles di riso

400 g di code di gambero, i gamberi quelli grossi

¼ cup di arachidi pestate

1 cipolotto

½ peperone rosso pestato

⅓ di germogli di niente verza (piccola)

1 cucchiaio abbondante di burro chiarificato

2 cucchiai di olio d’oliva

2 uova

4 fettine di limone (o lime)

1 cucchiaio abbondante di salsa di pesce

1 cucchiaio abbondante di salsa di soia

1 cucchiaino di aceto bianco

Sale, io il pepe non ce lo metto

Pad Thai 3

Metti in ammollo i noodles per almeno 30 minuti in acqua calda (calda da rubinetto), o comunque finché non si saranno ammorbiditi da essere mangiabili. Questo perché dopo non vanno bolliti, ma saltati rapidamente nel wok.

Intanto prepara tutto il resto: taglia a striscioline sottili la verza e a cerchiolini sottili il cipollotto, taglia il peperone a pezzettini e poi pestalo bene nel mortaio. Le arachidi: io ho comprato quelle col guscio, tostate, quindi prima le ho sgusciate tutte, tolto tutti i pezzettini fastidiosi e poi le ho pestate nel mortaio, grossolanamente ma non troppo.

Allora, prendi il wok, accendi a fiamma alta e scioglici il burro chiarificato. Quando il wok sarà caldo e il burro sciolto, butta dentro i gamberozzi e falli cuocere ma non del tutto, tipo metà cottura. Poi li metti da parte, in un piattino.

Pad Thai 2

Col wok ancora sul fuoco alto, metti l’olio e rompici dentro le due uova, falle cuocere mescolando. Quando saranno pronte, butta dentro: i gamberoni, i noodles, la verza, il peperone, ¾ dei cipollotti (il resto lo usi per decorare), ¾ delle arachidi pestate (anche queste le tieni per decorare), la salsa di pesce, la salsa di soia, l’aceto, il succo di due fettine di limone, poi assaggi e aggiusti di sale. Salta tutto nel wok come un vero pro (o mescola e basta) per 3-5 minuti, poi servi con il resto dei cipollotti e delle arachidi e una fetta di limone.

Pad Thai 4

Mi piace come sembra un’accozzaglia di spaghettini rotti e orrendi con cose varie, invece è molto buono giuro.

Devo togliere Country Roads, sennò il prossimo post lo scrivo da internata.


ENGLISH VERSION!

PAD THAI WITH SPROUTS OF NOTHING

“Like that time I wanted to make Pad Thai but couldn’t find sprouts of anything”

Among other things I figured out this summer, I also figured out I hate summer. I already knew that, but this year I’m definite. Heat kills me, sand is everywhere, people at the beach is annoying, summer clothes are insignificant, and the sweat, so much sweat. You only ever feel fine in that (super short) time span from 3 to 7 am, that flies, slips away, then it’s daytime again. Today, to celebrate my uneasiness and get back to writing this blog, I decided to play Country Roads (John Denver), in repeat mode, until I’ll be done with this activity. And since I’m easily distracted, this whole thing is taking a really long time and I have already listened to Country Roads something like a gazillion times. I highly recommend you also play it while reading this, this way you’ll know how it feels like when you want to make Pad Thai but cannot find bean sprouts (essential) anywhere, and you have to replace them with savoy cabbage (off-season, I know).

I haven’t posted anything in a while. I’ve been away, then I’ve been ill, then it was too hot and I wasn’t inspired. Lo siento mucho.

Oh and also, there’s been an earthquake a few days ago and I reacted just like the old couple on the Titanic, curling up in bed together waiting for the water to submerge them. Apart from the fact that I wasn’t on the Titanic, I did not have person by my side but instead a dog (who tried to escape my hug, maybe because he’s got a better survival instinct than me), and also that nothing much really happened here (it did quite a lot damage elsewhere, like really dramatic, but I was here).

The good old Pad Thai.

A classic of Thai cuisine, because you can’t go wrong with classics.

And, as I was saying, I couldn’t find sprouts of anything, nothing sprouts anymore. So I got cabbage, because cabbage is there when you need it the most, when nothing sprouts anymore (and also because it’s crispy and doesn’t have an especially relevant taste).

You can’t do it without a broken pestle.

JK, you can do it even if you don’t have a broken pestle.

150 g rice noodles

400 g prawn tails, the big ones

¼ cup crushed peanuts

1 scallion

½ mashed red bell pepper

sprouts of nothing cabbage (small)

1 full tbsp of clarified butter

2 tbsp olive oil

2 eggs

4 slices of lemon (or lime)

1 full tbsp of fish sauce

1 full tbsp soy sauce

1 tsp white vinegar

Salt to taste, I’m not putting any pepper

Soak the noodles for at least 30 minutes in warm water (like, warm tap water), or at least until they get as soft as to be eaten. This is because you won’t be boiling them, just sauté in a wok.

Start by preparing everything else: cut the cabbage into thin strips and the scallion in thin circles, cut the bell pepper in small bits and then mash it well in your mortar. Peanuts: I bought those toasted ones with the shell, so I had to peel them first, clean them and then crushed them in the mortar, coarsely but not too much.

Alright, so grab your wok and melt the clarified butter in it. When the wok is very hot and the butter melted, put the prawns in and cook them, not completely though. Set the prawns aside, in a plate.

With your wok still on a high flame, pour olive oil and break the eggs directly in the pan, let them cook while stirring. When the eggs are done, throw in there: prawns, noodles, cabbage, bell pepper, ¾ of the scallion (you’ll use the rest to decorate), ¾ of the crushed peanuts (save the remaining ones for decorating too), fish sauce, soy sauce, vinegar, juice of 2 slices of lemon. Then taste it and add salt. Sauté everything in the wok like a real pro (or just stir) for 3-5 minutes, then serve with the remaining scallions and peanuts, and a slice of lemon.

I love it how this looks like a big mash of gross and broken noodles with random things, it is really good though, I swear.

I’ve gotta stop playing Country Roads or I’ll be writing my next post as a mental hospital internee.

Annunci

Un pensiero su “Pad Thai con germogli di niente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...